Procedimento del trattamento

Presso IVF CUBE trattiamo ogni paziente individualmente a seconda delle sue richieste specifiche. Generalmente possiamo descrivere il processo della terapia nelle seguente fasi.

Home->Trattamenti->Procedimento del trattamento

Il primo contatto

Dal primo contatto con la nostra clinica avrete a disposizione una delle nostre coordinatrici che parlano un'italiano perfetto. La coordinatrice sarà la vostra guida durante tutto il processo. Il primo passo verso la terapia FIVET è la preparazione di esami necessari per il colloquio introduttivo.

Prima del colloquio è opportuno di fornirci con gli eventuali esiti dalle terapie precedenti.  

Consulto introduttivo

Il consulto introduttivo è di solito pianificato in orari pomeridiani e può essere personale o tramite Skype. Il consulto su Skype è gratis. Durante il consulto avrete l'opportunità di parlare in dettaglio di tutti i passi importanti durante il trattamento e avrete la possibilità di chiedere qualsiasi domanda. In caso di un colloquio personale, è necessario portare con sè dei documenti di riconoscimento.

Durante il consulto personale è possibile sottoporsi ad'un ecografia e spermiogramma. Gli spermatozoi possono eventualmente essere congelati per l'uso futuro nella terapia.

FIVET-ICSI con i propri ovuli

FIVET-ICSI con ovodonazione

Quando la coppia decide di andare avanti con la terapia, è necessario di fornirci con i consensi informati compilati e firmati. Nel caso del colloquio personale è possibile firmare i consensi presso la clinica.

La stimolazione ormonale si svolge secondo il piano terapeutico preparato dal medico. E' la coordinatrice che fornisce la paziente con tutte le istruzioni.

Il trattamento di stimolazione inizia con il primo giorno del ciclo. Circa tra il 6°- 8° gg alla paziente viene effettuato un’ecografia di controllo e l'esito (foto/referto) viene inviato nella clinica IVF CUBE. Dopo la valutazione dell'esito la paziente riceve altre istruzioni. La durata totale della stimolazione e circa di 8 – 14 giorni.

Prelievo degli ovuli e fertilizzazione

Il prelievo degli ovuli si effettua in orario mattutino, non più tardi di mezzogiorno ed è quindi necessario, che la paziente arrivi a Praga il giorno prima. La paziente si presenta a digiuno accompagnata possibilmente dal partner. Quello, nello stesso giorno di prelievo di ovuli, deve consegnare il campione di sperma, se non è stato crioconservato prima. Dopo l'intervento la paziente rimane nella clinica a riposare per circa 2 ore.

Immediatamente dopo il prelievo degli ovuli viene eseguita la fecondazione con il metodo ICSI o eventualmente con altri metodi. Già il giorno successivo, la coppia viene informata del risultato della fertilizzazione.

L'inizio della terapia è simile come nella terapia con i propri ovuli. Inanzitutto è necessario completare la documentazione e pianificare il consulto introduttivo. Durante il consulto i pazienti discutono anche i requisiti sulla donatrice, per rassicurare la selezione ottimale. Nel caso che la coppia decide di andare avanti con la terapia, è necessario di fornirci con i consensi informati compilati e firmati. Nel caso del colloquio personale è possibile firmare i consensi presso la clinica.

Terapia di ovodonazione comprende la garanzia di:

  • almeno 8 ovuli maturi prelevati dalla donatrice
  • almeno 2 embrioni nello stadio di blastocisti (se lo spermiogramma del partner e in norma)

Si tratta di un numero minimo che nella maggior parte dei casi viene superato.

 

Selezione della donatrice

In Repubblica ceca la donazione è legale e completamente anonima. Dopo aver deciso di andare avanti con la terapia presso la nostra clinica, i pazienti compilano oltre ai consensi informati anche un questionario con i requisiti sulla donatrice. Durante la selezione della donatrice, prendiamo sempre in considerazione i caratteri fenotipici di tutti e due i partner, come il colore degli occhi, dei capelli, altezza etc. ed altri criteri stabiliti dai pazienti. Per una selezione più precisa è possibile anche portare una foto propria.

Abbiamo a disposizione più di 700 donatrici, perciò siamo capaci di trovare la donatrice adatta senza un grande tempo di attesa. Se non provenite dall’Europa ed avete interesse in una donatrice che corrisponde ad un altro gruppo etnico, siamo capaci di rispettare anche queste richieste specifiche.

Chi sono le nostre donatrici? Scegliamo solo donne in salute, di età compresa tra i 20 – 34 anni. Prima che la donatrice potenziale venga inserita nel nostro database viene eseguito un esame medico a seconda delle direttive dell’UE. Oltre l'esame medico, viene indagata anche l’anamnesi familiare, l’esame per la presenza del virus HIV, epatite B, C, sifilide, test genetico del cariotipo e della fibrosi cistica. La psicologa elabora per ogni donatrice il profilo psicologico il quale è a disposizione su richiesta della paziente. Nella nostra clinica non realizziamo ”egg sharing”, cioè tutti gli ovuli di una donatrice sono a disposizione solo di una paziente.

Sincronizzazione del ciclo

Ad ogni paziente viene assegnato un piano di trattamento individuale con specifiche dettagliate riguardanti i singoli farmaci. Il piano di trattamento serve principalmente per la preparazione dell'endometrio prima dell’embriotransfer e per la sincronizzazione necessaria dei cicli mestruali della paziente e della donatrice.

Durante la preparazione, che dura circa 17 giorni, la paziente si sottoporre ad un'ecografia per controllare la qualità ed altezza dell'endometrio. L'ecografia verrà fatta dal medico curante della paziente nel proprio paese.

Fertilizzazione

Appena viene stabilita la data del prelievo di ovuli della donatrice, la paziente verrà informata della data precisa dell’embriotransfer. Il prelievo di ovuli della donatrice avviene dopo 3 – 5 giorni dopo l’ultima ecografia. In caso di uso di spermatozoi propri, deve essere procurato anche il campione dello sperma del partner. Esso deve essere prelevato al più tardi nel giorno di prelievo di ovuli ma può essere fornito anche prima e depositato alla clinica. Subito dopo il prelievo effettuiamo la fecondazione con il metodo ICSI. Il giorno successivo i pazienti vengono informati del numero di ovuli fecondati ottenuti.

Embriotransfer

Il trasferimento degli embrioni si effettua tra il 3° - 5° giorno dopo la fecondazione e quindi la maggior parte di pazienti rimangono a Praga dal prelievo fino all'embriotransfer. 

Si tratta di un intervento semplice che dura circa 10 minuti. Prima del trasferimento embrionale i pazienti hanno la possibilità di vedere quest’ultimo sullo schermo del PC. La paziente può approffitare di un’agopuntura per aumentare la probabilità di successo dell’impianto dell’embrione e per facilitare il rilassamento dell’organismo. La pratica viene realizzata 30 minuti prima e 30 minuti dopo dell’embriotransfer.

Dopo l'intervento

Nel periodo dopo l’embriotransfer la paziente continua con l’uso dei medicinali fino alla realizzazione del test di gravidanza. Alla paziente è raccomandato un regime di riposo e rilassamento, tuttavia per la paziente non vale alcuna limitazione particolare. Dato che in questa fase il processo d'impianto è difficilmente influenzabile dagli impulsi esterni, si raccomanda di non preoccuparsi psichicamente circa la buona riuscita del trattamento. In ogni caso raccomandiamo di evitare le attività fisiche impegnative, la sauna, la lampada e i lunghi bagni in acqua calda.

Il test di gravidanza è pianificato 14 giorni dopo l’embriotransfer. Il metodo più affidabile del test è l'esame del sangue. Richiediamo sempre alle pazienti di effettuare il test del sangue.

La valutazione dei risultati

In caso di test di gravidanza positivo la paziente pianifica un'ecografia 2 settimane dopo del test positivo per confermare il battito cardiaco fetale, dopodichè ottiene lo schema sulla sospensione dei farmaci.

In caso di test di gravidanza negativo, continuiamo a collaborare con la coppia, valutiamo i passi precedenti e discutiamo l’intero corso del trattamento fallito. Viene così concordata la procedura successiva, che in generale consiste nella pianificazione dell'embriotransfer degli embrioni congelati restanti. In generale dipende appieno dai pazienti se essi sono propensi a continuare subito nel prossimo ciclo, oppure se preferiscono un riposo più lungo. Nel caso in cui la coppia non abbia più embrioni congelati, consultiamo con loro altre possibilità.

 

Per prenotare un'appuntamento o chiedere delle domande, non esitare a
donazione di Ovuli